Chiarimenti e nuove indicazioni sul rientro a scuola dopo assenza ed eventuale certificato medico.

Casalnuovo Monterotaro, 26/09/2020

 

A tutti i genitori dell'istituto

A tutto il personale

 

OGGETTO: Chiarimenti sul rientro a scuola dopo assenza ed eventuale certificato medico.

 

Visti i numerosi dubbi riguardanti gli attestati di guarigione (certificato medico), viste le ultime indicazioni ricevute dal Ministero dell'Istruzione e dal Ministero della Salute, si forniscono qui alcune delucidazioni. Si precisa che ulteriori indicazioni e/o chiarimenti  (ASL – Ministero – etc.) saranno tempestivamente comunicati.

Si riepilogano i principali punti:

  • In caso di assenza per malattia, si consiglia sempre alla famiglia di giustificare l’assenza dell’alunno con un certificato medico, in alternativa AUTODICHIARAZIONE ASSENZA DA SCUOLA PER MOTIVI DI SALUTE NON SOSPETTI PER COVID-19 (allegato).
  • Per la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado, in caso di diagnosi di patologia diversa da COVID-19, l’alunno rimarrà a casa fino a guarigione clinica seguendo le indicazioni del PLS/MMG, si consiglia certificato di avvenuta guarigione dopo 3 giorni di assenza, in alternativa AUTODICHIARAZIONE ASSENZA DA SCUOLA PER MOTIVI DI SALUTE NON SOSPETTI PER COVID-19 (allegato).
  • Secondo le indicazioni del Rapporto Covid 19 dell’ISS n.58/2020 (vedi allegato, pag. 10 – paragrafo 2.1.1), per la riammissione a scuola nel caso l’alunno sia stato rimandato a casa con sintomi sospetti, è necessaria una attestazione del pediatra o del medico di base che dichiari “che il bambino/studente può rientrare scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19”, in alternativa AUTODICHIARAZIONE ASSENZA DA SCUOLA PER MOTIVI DI SALUTE NON SOSPETTI PER COVID-19 (allegato)
  • Per tutte le altre assenze (motivi personali, famigliari, etc.) è sufficiente la giustifica ordinaria. Nel caso in cui un bambino si assenti da scuola per motivi familiari, cosa devono fare i genitori per farlo tornare a scuola senza incorrere in problemi? È sufficiente avvisare in anticipo la scuola, motivando l’assenza, come di consuetudine.

 

 

Questi sono gli scenari che concorrono a definire un “caso sospetto”, anche sulla base della valutazione del medico curante (PLS/MMG):

  1. caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o sintomatologia compatibile con COVID-19, in ambito scolastico;
  2. caso in cui un alunno presenti un aumento della temperatura corporea al di sopra di 37,5°C o sintomatologia compatibile con COVID-19, presso il proprio domicilio;

In presenza di sintomatologia sospetta, il pediatra di libera scelta (PLS)/medico di medicina generale (MMG), richiede tempestivamente il test diagnostico e lo comunica al Dipartimento di Prevenzione (DdP), o al servizio preposto sulla base dell’organizzazione regionale.

I seguenti sintomi potenzialmente sospetti per COVID-19:

  • febbre (> 37,5° C)
  • tosse
  • difficoltà respiratorie
  • congiuntivite
  • rinorrea/congestione nasale
  • sintomi gastrointestinali (nausea/vomito, diarrea)
  • perdita/alterazione improvvisa del gusto (ageusia/disgeusia)
  • perdita/diminuzione improvvisa dell’olfatto (anosmia/iposmia)
  • mal di gola
  • cefalea
  • mialgie

Si allegano i documenti citati.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Riccardo Tibelli

 

All-autodichiarazione.pdf

Circolare_Ministero_della_Salute_24_settembre_2020.pdf

Indicazioni_operative_Ministeri_e_INAIL_58-2020.pdf